Dal 1° gennaio 2018 la vendita di marijuana sarà legale in California

Da tanti anni in molti paesi del mondo è stato approvato l’uso della cannabis a scopo terapeutico, trattandosi di una sostanza che può essere regolarmente prescritta per alleviare dolori e migliorare la qualità delle terapie per determinate patologie, ma l’uso a scopo ricreativo di questa sostanza continua ad essere al centro di molte polemiche.

Il tempo passa e di provvedimenti legislativi che vanno in questa direzione se ne sono già visti in alcuni paesi, compresi alcuni stati americani. Quello che avverrà tra pochi giorni, tuttavia, è un provvedimento storico che, a distanza di un anno dalla definitiva approvazione, darà inizio ad una nuova era, almeno negli Stati Uniti d’America. Dal 1° gennaio 2018 sarà legale acquistare prodotti a base di cannabis nei negozi in California, un provvedimento che apre le porte ad un mercato dalle enormi potenzialità.

Bisogna partire dal presupposto che, fino ad oggi, la marijuana è stata inserita tra le sostanze stupefacenti al pari di altre droghe decisamente più pesanti, ma già da qualche decennio la situazione è cambiata, passando dapprima per l’approvazione dell’uso medico di questa sostanza. Dopo Oregon, Washington State, Colorado e Alaska che hanno già approvato l’uso ricreativo della marijuana per adeguarsi ai risultati di un referendum, adesso tocca alla California.

Dopo l’approvazione avvenuta lo scorso anno, a partire dal 1° gennaio 2018 la marijuana diventerà legale in California. Questo significa che sul mercato arriveranno tantissimi prodotti a base di cannabis, dai dolci alle bevande, ma anche cosmetici. L’unica limitazione riguarda l’impossibilità di preparare dolci o caramelle a base di cannabis destinati ai bambini.

Secondo alcuni studi condotti in passato, i californiani spendevano già oltre 7 miliardi di dollari l’anno per l’acquisto di marijuana, per uso medico ma anche illegalmente, e adesso ci si aspetta che con la legalizzazione si registri un vero e proprio boom di vendite che aprirà anche nuove opportunità imprenditoriali incrementando le entrate per lo stato. Non mancano, tuttavia, le preoccupazioni.

Sebbene la vendita diventerà legale in California, per lo stato federale la marijuana continua ad essere considerata una sostanza illegale, e per questo sarà impossibile effettuare acquisti con carte di credito. Proprio l’uso dei contanti potrebbe incrementare il riciclaggio di denaro, e questo aspetto potrebbe contribuire ad aumentare le infiltrazioni criminali interessate ad un settore in grado di far muovere miliardi di dollari all’anno.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: