Ciao signor “Picchiatello”!

 

Nella sua villa di Los Angeles alla veneranda età di 91 anni, oggi ci ha salutato uno dei più grandi attori comici americani Mr Jerry Lewis.

Apprezzato molto anche in Europa, venne citato dal critico francese Robert Benayoun: ” Considero Jerry Lewis, da quando è morto Buster Keaton, il maggiore artista comico del nostro tempo. Rispecchia perfettamente i tempi in cui viviamo e contemporaneamente li critica”. E Godard incalzó:” Jerry Lewis è l’unico regista americano al giorno d’oggi, che cerca di sperimentare qualcosa di nuovo e originale bei propri film, è molto meglio di Chaplin e Keaton!”

Il giovane Jerry, figlio di una coppia di immigrati russi di origine ebraica, abbastanza irrequieto, viene espulso dal college per aver picchiato un insegnante (che aveva parlato male degli ebrei!), ha la passione per i fumetti e si diletta ad imitare tutti, professori e compagni, probabilmente è da qui che ha inizio la sua carriera.

Il suo primo palcoscenico nel 1931 come componente di un coro, continuano le sue imitazioni a cantanti e attori. Il suo debutto in tourné nel 1944 e poi l’ anno decisivo, il 1946 e l’ incontro con Dino Crocetti, meglio conosciuto come Dean Martin.

Per i successivi 10 anni divennero la coppia di attori più celebre dell’epoca, coppia bilanciata con un affascinante e sicuro Dean e un impacciato e scoordinato Jerry.

Il loro primo film fu “La mia amica Irma” (1949) con a seguito ” Irma va a Hollywood” (1950). E poi un lungo elenco di fortunati ed esilaranti lungometraggi: Attente ai marinai (1952),Morti di paura (1953), Il nipote picchiatello (1955), Artisti e modelle (1955), Hollywood o morte! (1956).

Proprio nel 1956 l’ annuncio della loro separazione durante uno show al Copacabana di New York.

Il debutto di Jerry Lewis come regista arriva con “Ragazzo tuttofare” in cui utilizza e sviluppa ,durante la produzione ,la tecnica  del video assist ( utilizzo di diversi monitor che permettono di rivedere in tempo reale le scene) che divenne in seguito, pratica abituale di qualsiasi altro regista.

La sua carriera di attore riprende negli anni ’80 quando Martin Scorsese lo chiama per interpretare “Re per una notte”, accanto a Robert De Niro.

Sposato dal 1944 con la cantante Patti Palmer , da cui ha 6 figli,  convola ancora a nozze nel 1983 con la ballerina SanDee Pitnick da cui nasce Danielle Sarah nel 1992.

Il comico subisce diversi interventi al cuore, gli vengono impiantati 4 by-pass e asportato un cancro alla prostata.

Aveva recentemente fondato la “House of Laughter”, per aiutare bambini e giovani afflitti da malattie, attraverso la terapia della risata.

Per ricordare anche chi ha “dato voce” in Italia al fantastico attore ricordiamo : Carlo Romano che lo ha doppiato in numerosi film; Oreste Lionello ( Bentornato picchiatello e Qua la mano picchiatello); Cesare Barbetti ( Il valzer del pesce freccia); Massimo Dapporto e Teo Bellia ( Jerry Lewis Show e Ciao Jerry).

Grazie Mr Jerry Lewis perche con le tue smorfie, i tuoi passi contorti hai riempito la mia infanzia di colorate e rumorose risate! ❤️

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: