Bernie Sanders: il social-democractico candidato a presidente degli Stati Uniti 2020

Bernie Sanders

Lunedì notte, Fox News ha mandato in onda un dibattito con Bernie Sanders, leader nelle primarie democratiche del 2020. Il “socialista democratico”, come a lui piace definirsi, ha corso un rischio apparendo sulla rete populista-destra.

Nel complesso, il senatore del Vermont ha esposto diversi dei suoi punti politici più popolari, ha evitato le gaffe e ha risposto a quasi tutte le domande. Il pubblico ha applaudito tutto il tempo, e sembra dunque aver apprezzato.

L’intervista

Tre momenti sono stati particolarmente sorprendenti.

Sanders sulla sanità:

È stato sorprendente per tutti quando i moderatori di Fox News, Bret Baier e Martha MacCallum, hanno chiesto ai membri del pubblico di alzare la mano se attualmente ricevono un’assicurazione sanitaria da un datore di lavoro. In molti hanno alzato la mano. E sempre per alzata di mano, è stato chiesto quanti sarebbero disposti a passare al sistema sanitario che Sanders stava proponendo invece. Quasi tutti sembrano aver alzato la mano di nuovo, un risultato che sembrava sorprendere i moderatori, che avevano già detto agli spettatori che il gruppo nell’auditorium era ideologicamente diverso.

Quando gli è stato chiesto se non fosse preoccupato riguardo al costo che la sua riforma sulla sanità potrebbe avere, Sanders ha risposto, “Sono preoccupato per il debito, è una preoccupazione legittima ma noi paghiamo per quello che stiamo proponendo, in termini di assistenza sanitaria per tutti, stiamo pagando per questo eliminando, come ho detto prima, franchigie e premi. Stiamo andando a salvare il denaro della famiglia media americana“.

Sanders su Donald Trump:

Secondo, Sanders ha usato la sua apparizione televisiva per rivolgersi direttamente al presidente Donald Trump, invitandolo a porre fine al coinvolgimento degli Stati Uniti nella guerra in Yemen per una risoluzione approvata da entrambe le Camere del Congresso. “Firma quella risoluzione“, ha contestato Sanders. “L’Arabia Saudita non dovrebbe determinare la politica militare o estera di questo paese“.

Sanders ha poi aggiunto rivolgendosi a Trump, “Che tu sia un conservatore, un moderato o un progressista“, ha detto Sanders, “non credo che gli americani siano orgogliosi di avere un presidente bugiardo patologico. E non mi dà piacere dire questo. ” Sanders ha poi continuato dicendo che “Trump non può nemmeno dire la verità su dove è nato suo padre” per poi aggiungere “È davvero pazzesco. Suo padre è nato a New York; afferma di essere nato in Germania. Se non sai nemmeno dire la verità su dove è nato tuo padre, è difficile credere a tutto ciò che dice “.

Sanders sui cambiamenti climatici:

Sanders ha anche avvertito che i cambiamenti climatici rappresentano una minaccia esistenziale, citando un recente rapporto delle Nazioni Unite che afferma che restano solo 12 anni per apportare cambiamenti significativi alle emissioni globali di carbonio per scongiurare una catastrofe climatica. Le Nazioni Unite fecero la stessa predizione nel 1989, falsamente avvertendo che il mondo aveva allora una scadenza di 10 anni.

Sanders sull’immigrazione

Sull’immigrazione, Sanders ha detto che “non c’è bisogno di demonizzare gli immigrati” e ha proposto “la costruzione di strutture adeguate proprio al confine” e l’attuazione di “una riforma globale dell’immigrazione”.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: