Attentato con i droni killer su Caracas #Maduro #dronikiller [video attentato]

L’attentato contro il presidente venezuelano Nicolas Maduro è stato rivendicato dal gruppo ribelle civile e militare Movimento Nazionale dei soldati in t-shirt. Organizzato attraverso dei droni killer, l’attentato è comunque fallito. “È contrario all’onore militare tenere al governo chi non solo ha dimenticato la Costituzione, ma ha anche trasformato il suo mandato in un osceno modo per arricchirsi“, così ha spiegato le proprie motivazioni il gruppo. Secondo i media del posto il gruppo avrebbe a capo Oscar Pérez, ex agente di polizia. Al momento sono state fermate alcune persone con l’accusa di essere gli autori stessi dell’attentato.

Il tutto è avvenuto mentre Maduro parlava a Caracas in occasione dell’81esimo anniversario della creazione della Guardia Nazionale quando alcuni droni pieni di esplosivo sono stati fatti scoppiare, ferendo sette militari della parata.

“Sto bene, sono vivo, dopo questo attacco sono ancora più determinato a seguire la via della rivoluzione”, così Maduro ha rilasciato una intervista dopo l’attentato. “Oggi hanno cercato di uccidermi. Non ci sarà perdonoTutto punta all’ultradestra venezuelana in alleanza con l’ultradestra colombiana, e al fatto che il presidente della Colombia Juan Manuel Santos sia dietro l’attacco. Continua dicendo che dietro a tutto ci sono dei finanziatori stranieri e tira in ballo il presidente Donald Trump chiedendo aiuto contro questi terroristi.

Un attentato ripreso in diretta tv che mostra Maduro mentre parla al Paese. In lontananza si sente un botto, come una esplosione. Tutti guardano poi in alto e si vede un soldato sul palco cadere in terra. Subito dopo si vedono i soldati rompere le righe per mettersi al riparo. Le guardie del corpo portano via Maduro coprendolo con giubbotti antiproiettile aperti su di lui. I droni esplosivi sono stati fatti esplodere vicino al palco e in alcune zone residenziali della città. Ferite sette persone.

Successivamente la rivendicazione del fallito attentato. In un tweet è stato reso noto che due droni erano destinati proprio al presidente e che se anche questa volta è fallito, ritenteranno a breve per colpire il loro obiettivo che a quanto pare è decisamente vulnerabile.

Share

Commenti

commenti