Arriva la bella stagione, sistemiamo casa: puliamo e facciamo manutenzione… ed (eventualmente) tinteggiamo

Con il bel tempo c’è maggiore disponibilità a fare qualcosa di più per tenere pulita ed in ordine  la nostra abitazione. Se da una parte è forte la voglia di uscire e andarsene in qualche bella villa, mare o scampagnata, è anche vero che ciò non preclude altre attività – magari prima o dopo la gita – svegliandosi anche un po’ prima, data la luce che filtra dalle finestre…

Proprio le finestre potrebbero essere l’inizio dei nostri lavori “straordinari“, pulire il controtelaio e gli infissi con un prodotto sgrassante, ma non aggressivo. Se gli infissi sono in alluminio vi sorprenderete del colore che riemergerà da un grigiore dovuto dai termosifoni e  smog (all’esterno). In occasione delle pulizie bisogna pulire anche i davanzali, sempre troppo trascurati, ma ancor più gli interstizi delle varie guarnizioni. Con una spazzola o un pennello togliere tutta la polvere depositatasi con le piogge, vento, polveri. Una passata di detersivo  e un risciacquo. E poi non dimentichiamo le guarnizioni e le cerniere. Per le prime va spruzzato un prodotto a base siliconico, oppure, più semplicemente, della vasellina, per conservare al meglio l’elasticità e la tenuta. Per le cerniere sarà sufficiente un prodotto spray sbloccante, purché poi si puliscano le eventuali  scolature che altrimenti diventerebbero ricettacolo di sporcizia. Insieme agli infissi si devono pulire le tapparelle (siano esse avvolgibili o persiane), per le prime togliendo la copertura interna sopra la finestra si potrà agire in tutta sicurezza dall’interno dell’abitazione per la parte esterna, sempre con un prodotto pulente spray e ripassando con una spugna imbevuta d’acqua.  Con l’occasione è da verificare il cavo per il sollevamento e il fissaggio del rullo nell’incavo dell’intercapedine. Per le persiane il lavoro è un po’ più complicato. Va  fatto alternando la chiusura delle stesse e pulendole, ma solo dopo essersi assicurati con un cavo all’interno dell’abitazione e lavorando sporgendosi un poco. Attenzione alla sicurezza personale. Le persiane vanno pulite sia all’esterno che all’interno, meglio acquistare una prolunga per pulire le parti più lontane. Infine i vetri, da sgrassare prima e poi pulire. Il classico giornale bagnato con acqua e alcool è sempre la cosa migliore.

Dalle finestre passiamo ai balconi e terrazze, (che se ci sono diventano comodi anche per le pulizie delle finestre) e per rendere le abitazioni ancora più accoglienti grazie alla possibilità di respirare e prendere sole, ma anche di essere arredati e vissuti con fiori e piante. Quest’anno, ahimè, per una nevicata inaspettata, mi sono ritrovato con un balcone dove la maggior parte delle piante (rose a parte) sono morte. E’ l’occasione per  rinnovare e ripiantare la dove non ci sono più getti nuovi. Ancora si può operare qualche piccola potatura, sui rami secchi e su quelli che non sembrano mostrare le nuove gemme. Per i vasi vuoti va smossa la terra e vanno tolte le vecchie radici, poi ripiantate le nuove piante e aggiunta terra concimata. Se presente ricontrollare l’impianto di innaffiamento automatico. I “getti” andrebbero smontati e messi una tazza con anticalcare o aceto e lasciati per qualche giorno, poi con un vecchio spazzolino da denti, puliti e verificati. L’orologio se è stato smontato va riposizionato, cambiando le batterie (mettere le alkaline) e riprogrammato con orari differenti. Già adesso si può pensare ad un innaffiamento settimanale. prima dei fiori, la primavera è la stagione ideale per i piccoli lavori di manutenzione esterna. Balconi, terrazze hanno balaustre normalmente costruite in ferro, ma anche vetro o legno. Va verificato l’avanzamento della ruggine, e se il caso può essere l’occasione per carteggiare e riverniciare con prodotti antiruggine  il telaio, se c’è il legno, questo va smontato e ugualmente carteggiato e riverniciato con impregnante o flatting. Se ci sono luci esterne, vanno smontate le plafoniere e pulite per avere la luce ottimale per una bella serata in balcone, magari consumando una cenetta con gli amici.

Passiamo dentro casa:

In casa, oltre alle pulizie straordinarie, all’accantonamento e ripiego dei tappeti (da pulire con aspirapolvere bicarbonato, oppure aceto bianco) e coperte pesanti (Santa Tintoria, che magari mette sottovuoto), bisogna approfittare del primo sole per lavare le tende (i termosifoni spenti non sporcano più). E’ l’occasione buona (con la scala in giro) per spolverare i lampadari, passare un panno sulle pareti e sugli sportelli degli armadi e anche – che si fa troppe poche volte – per pulire sopra gli armadi. Mia nonna metteva sopra l’armadio della camera da letto, ma anche in cucina il giornale fermato con il nastro adesivo. Era una cosa molto intelligente (ho cominciato a farlo anche io) lo sporco si elimina in un colpo solo, senza doversi impazzire a pulire o sgrassare o senza far volare troppa polvere intorno.

In cucina, vale la pena sgrassare le mattonelle,  ripassare poi con un panno morbido asciutto per togliere gli aloni. Il frigorifero, va smontata ogni sua parte mobile e pulito con un prodotto igenizzante. La Candeggina Gel va benissimo. Vanno sciacquati e rimontati e ripiani, cassettini

In casa, le pulizie accurate possono riguardare le fodere dei divani da lavare in acqua fredda, (o portare sempre in tintoria), o ancora, il momento per pulire i lampadari e plafoniere molto scomode e con l’occasione mettere le famose lampadine a LED (che consumano sensibilmente di meno). Può essere l’occasione per pulire i mobili o le porte  in legno massello con l’olio paglierino, per rendere il legno vivo e profondo.

Non si può pensare di fare tutto in un week end. Il lunedì successivo, in ufficio o al lavoro sareste intrattabili. Un paio di stanze, ma fatte bene, spostando anche quella cassettiera che sta li da tanto tempo. (levare prima i cassetti per non rovinare l’eventuale parquet), e il resto rimandarlo al weekend successivo.

Approfittare per  pulire sotto il letto (quelli con il contenitore sono comodissimi, ma una tragedia da pulire – in tal senso suggerisco l’uso del phon per far uscire da sotto tante belle cose). Dietro la spalliera poi, si possono trovare  cose inimmaginabili.

Nella stanza preposta, vale la pena togliere la vecchia enciclopedia (che con internet nessuno sfoglia più, ma che è costata tanto ed è comunque un ricordo), i libri del nonno, della scuola, i diari dei ricordi……spolverarli, pulire il ripiano e riposizionarli.

Le nostre case son un enorme ricettacolo di sporcizia, “laniccia”, parte del mangiare caduto in terra, capelli, peli vari, ciò che portiamo in casa con le scarpe, terra delle piante e delle verdure, elementi del cucinato, sale zucchero, grasso della cucina, esfoliazione dei muri, ossidazione, muffe varie. L’igiene è importante e va perseguita, almeno ogni tanto…

PITTURA:

Ogni tre o quattro anni sarebbe consigliabile “ritinteggiare” almeno la cucina e i bagni. Insomma quelle zone igienicamente preposte ad essere ambienti salubri e puliti.  Si tratta di un’operazione semplice e non troppo invasiva, se eseguita in questi termini temporali. Con un semplice  carteggio, stuccatura delle crepe e ritinteggiatura (tinta traspirante) si avrà un ambiente pulito, profumato, dove non saranno presenti muffe e zone d’ombra.

Si può far da se, se avvezzi a sporcarsi un po’ e mettersi alla prova. Ci sono oggi molti nuovi strumenti che permettono di operare con facilità. Strumenti e prodotti facili da usare che riescono a far ottenere risultati più che accettabili. Altrimenti, c’è il classico pittore. Anche su Groupon ci sono offerte a prezzi stracciati ormai. In primavera, con l’aumento delle temperature,  si possono tenere le finestre aperte e far asciugare meglio e più velocemente la pittura.

 La Pulizia è l’occasione per scartare, gli oggetti in disuso:

Riordinare, può avere tanti sinonimi e traduzioni. Si parla di decluttering, cioè liberandosi degli oggetti inutili purtroppo accumulati nel tempo. Si riacquista spazio perduto e magari si ritrova un oggetto creduto perso. “La casa nasconde ma non ruba”, diceva sempre mia nonna, e con le pulizie si riscoprono tante cose…

 

 

 

 

 

 

 

Share

Commenti

commenti