Anche a Parma il nuovo corso di studi in “FOOD SCIENCES FOR INNOVATION AND AUTHENTICITY”

Dopo le Università di  Bolzano, l’Università di Udine, l’Università di Cork e la Technical University di Monaco,  tra le novità dell’offerta formativa 2018-2019 dell’Università di Parma, parte il Corso in “Food Sciences for Innovation and Authenticity”.

Sono aperte fino al 17 luglio le immatricolazioni al nuovo corso di laurea magistrale.

Un corso all’avanguardia, che rafforza ulteriormente l’offerta dell’Ateneo nel “food”:  ambito sul quale l’Università di Parma punta a consolidare il proprio status di punto di riferimento non solo regionale, forte anche della collocazione al centro della Food Valley.

Il corso di laurea magistrale “Food Sciences for Innovation and Authenticity”, interamente erogato in lingua inglese e coordinato per l’Università di Parma dal Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco, è organizzato con la Libera Università di Bolzano (sede amministrativa) e l’Università di Udine, in cooperazione con l’University College Cork (Irlanda) e la Technical University of Munich (Germania). Mira a formare professionisti altamente qualificati nel settore delle scienze alimentari, in grado di far fronte alle sfide emergenti del sistema alimentare collegate a demografia, cambiamenti ambientali, globalizzazione, nuovi progressi scientifici e tecnologici. I laureati potranno ricoprire una vasta gamma di posizioni nelle industrie alimentari (dalla gestione dei processi alimentari alla ricerca e sviluppo, dalla progettazione e sviluppo di processi e prodotti innovativi alla certificazione e autenticazione di processi e prodotti), nella grande distribuzione, nella ricerca pubblica e privata, nell’istruzione (nelle istituzioni, negli organismi professionali e tutti i campi in cui è esercitata la professione), nelle pubbliche amministrazioni.

descrizione del corso

Il corso si avvale dell’esperienza formativa del Master erogato da anni dall’Ateneo di Bolzano che  si propone di formare professionisti in grado di lavorare  nelle aree delle scienze alimentari , nell’ambito tecnologico e innovativo, ingegneristico-alimentare, microbiologico, chimico e della  sostenibilità.

ci sono cinque diversi profili : Ingegneria applicata e genetica; Qualità e gestione degli alimenti; Scienze della nutrizione; Chimica degli alimenti; Imballaggio alimentare.

Le ultime due tracce di apprendimento sono offerte in collaborazione, rispettivamente, con l’University College di Cork, in Irlanda, e l’Università tecnica di Monaco, in Germania.

Il programma è supportato da industrie appartenenti ad AssoImprenditori Alto Adige – sezione Alimentari – e Südtiroler Bauernbund – Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi. Questa partnership permetterà agli studenti di scrivere le loro tesi di ricerca con tutoraggio congiunto sia dall’università che dall’industria alimentare. Le aziende partecipanti sono: Assolatte, Barilla, Consorzio Gorgonzola, Consorzio Grana Padano, Consorzio Parmigiano Reggiano, Consorzio Prosciutto di San Daniele, Consorzio Montasio, Consorzio Tutela Speck Alto Adige, Despar, Dr. Schär, Forst, Loacker, Mila, Pan, Unione Parmense degli Industriali, VOG Products e Zuegg.

I laureati del programma sono collocati in aziende del settore alimentare e specializzati in ricerca e sviluppo; trasformazione dei prodotti alimentari; progettazione e sviluppo del prodotto; gestione e controllo della trasformazione degli alimenti; tecnologia di automazione alimentare; lo sviluppo di metodi per garantire l’autenticità del cibo; controllo di qualità; e lo sviluppo di processi innovativi per migliorare il valore nutrizionale degli alimenti e la sostenibilità della catena alimentare.

Il corso fornisce agli studenti gli strumenti per perseguire una carriera come consulente o per lavorare in ruoli manageriali , principalmente nelle industrie alimentari e nelle aziende che collegano la filiera alimentare, dalla produzione allo stoccaggio e alla distribuzione, inclusi i grandi rivenditori, e centri pubblici e privati ​​dedicati alla pianificazione, gestione e miglioramento dei processi.

Lo scopo ultimo di un corso di questo tipo è offrire professionalità atta a progettare ed innovare tutti i processi e prodotti alimentari per garantire e migliorare la qualità sensorialenutrizionale e sostenibile della catena alimentare.

Maggiori informazioni al sito:

http://www.unipr.it

https://www.unipr.it/node/21641

Share

Commenti

commenti