Amazon vuole inaugurare catena di supermercati, già nel 2019

Negli ultimi 20 anni, partendo dalla vendita di libri online, sotto la guida di Jeff Bezos, Amazon è riuscita a trasformarsi in una gigantesca multinazionale che continua ad investire risorse in moltissimi settori, partendo dalle vendite online al cloud computing, fino alle produzioni seriali e cinematografiche.

In questi anni Amazon è riuscita a consolidare la sua posizione dominante nelle vendite online confermandosi uno dei principali marketplace della rete. Ma è già da qualche tempo che la società punta a incrementare la sua presenza fisica sul territorio, partendo da alcune delle principali città del mondo. E rientra in questa strategia l’indiscrezione riportata dal Wall Street Journal nei giorni scorsi, che vedrebbe Amazon impegnata a preparare l’inaugurazione di una vera e propria catena di supermercati entro il 2019. Partendo da alcune delle più importanti città degli Stati Uniti.

Le indiscrezioni diffuse dal WSJ rivelano molti dettagli del progetto di Amazon. Dopo aver dominato le vendite online, non stupisce che la multinazionale decida di puntare sui negozi fisici. L’obiettivo sarebbe quello di aprire una nuova catena di supermercati, separata tuttavia da Whole Foods Market. Quest’ultima è la catena di punti vendita acquisita da Amazon nel 2017 per 13,7 miliardi di dollari. I negozi Whole Foods Market puntano alla vendita di prodotti di qualità, che non contengano conservanti, additivi e dolcificati.

La nuova catena di supermercati Amazon, invece, secondo il WSJ punterà su una varietà molto ampia di prodotti, compresi quelli industriali. I supermercati dovrebbero svilupparsi in spazi da 10.000 metri quadrati. Ma non è chiaro se il nome dei negozi sarà Amazon oppure se la società sceglierà di acquisire catene regionali mantenendo i brand già noti ai consumatori.

Le indiscrezioni del WSJ anticipano che il primo supermercato dovrebbe aprire a Los Angeles già nel 2019. Ma ci sarebbero già contratti d’affitto stipulati da Amazon per inaugurare altri punti vendita a Seattle, San Francisco, Chicago e Washington.

Affiancare ai Whole Foods Market una catena di supermercati che vendano prodotti dai prezzi accessibili ad un’ampia fascia dei consumatori, darebbe certamente ad Amazon una marcia in più, potendo raggiungere tutti quei clienti che, ancora oggi, preferiscono acquistare nei negozi fisici piuttosto che online. Nella medesima strategia rientrano anche gli ormai celebri Amazon Go, i punti vendita che hanno eliminato la cassa per pagare e gli Amazon 4-Star, che vendono esclusivamente i prodotti preferiti (e più votati) dagli utenti della piattaforma di e-commerce.

A preoccuparsi per il futuro, qualora Amazon dovesse realmente lanciare un progetto del genere, dovrebbero essere le catene di supermercati tradizionali, che in futuro potrebbero fare i conti con un nuovo e agguerrito concorrente.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: