Amazon Prime Air: consegne con i droni in 30 minuti entro i prossimi mesi

Era la fine del 2013 quando il colosso delle vendite online Amazon, attraverso le parole del suo fondatore Jeff Bezos, ha annunciato per la prima volta la decisione di rivoluzionare il sistema di consegna delle spedizioni del futuro. Il progetto, chiamato Amazon Prime Air, prevedeva l’uso di droni per consegnare a domicilio piccoli pacchi, riducendo drasticamente i tempi di attesa. Da allora sono trascorsi 6 anni, e durante questo arco temporale la multinazionale ha continuato a lavorare a questo ambizioso progetto, ma i tempi di attesa si sono certamente allungati rispetto a quanto previsto in origine.

Adesso, tuttavia, la situazione sembra essere vicina ad una svolta, come confermato dalla stessa Amazon nel corso della conferenza re:MARS, organizzata a Las Vegas. E’ su questo palcoscenico che Amazon è tornata a parlare di Prime Air, facendo il punto della situazione e svelando finalmente la nuova versione del suo drone per le spedizioni.

In questi anni il piccolo velivolo è cambiato nel design e nella tecnologia integrata, in modo da renderlo più rapido negli spostamenti ma, soprattutto, più sicuro. E’ realizzato con una struttura esagonale e dotato di sei eliche. La natura ibrida, confermata da Amazon, gli consente di muoversi anche in verticale, durante decollo e atterraggio e di orientare le eliche in diverse direzioni a seconda delle necessità. E’ completamente a impatto zero, alimentato da una batteria, e le eliche integrate riducono al minimo il rumore. Al centro è situato lo spazio per contenere i pacchi da consegnare.

Secondo i dettagli confermati, il nuovo drone garantirà la consegna entro 30 minuti dall’ordine effettuato online. L’autonomia garantita gli consentirà di percorrere fino a 24 chilometri trasportando spedizioni con un peso massimo di 2.2Kg. La sicurezza è uno degli aspetti su cui gli ingegneri hanno dedicato maggiore attenzione. Grazie all’intelligenza artificiale con elementi come machine learning e computer vision, il drone sarà in grado di garantire la massima sicurezza, riconoscendo ostacoli in movimento durante la fase di volo, ma anche in fase di decollo e atterraggio. I sensori integrati sono addirittura in grado di riconoscere cavi elettrici, evitando collisioni.

Resta ancora sconosciuta la data di lancio del nuovo servizio di consegna e i paesi nei quali sarà reso disponibile. In maniera generica, durante la conferenza Amazon ha fatto sapere che Prime Air sarà lanciato nei prossimi mesi. Ma l’incognita maggiore restano i permessi delle autorità competenti, di cui l’azienda avrà bisogno per consentire ai droni di volare.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: