Amazon Go: i supermercati senza casse potrebbero arrivare in Europa, partendo da Londra

 

E’ da un paio di anni che si parla di un progetto, decisamente ambizioso, ideato da Amazon e già avviato all’interno dei confini statunitensi. Parliamo di Amazon Go, dei veri e propri supermercati automatici pensati per rendere ancora più semplice la vita dei clienti. Alla base del progetto la volontà di consentire al pubblico di fare acquisti in modo immediato, senza più code alla cassa per pagare.

Il primo Amazon Go è stato aperto a Seattle, per poi estendersi ad altre città. Ma se le ultime indiscrezioni dovessero rivelarsi veritiere, presto i supermercati senza casse di Amazon potrebbero raggiungere anche l’Europa. Partendo proprio dal Regno Unito, più precisamente Londra.

Gli Amazon Go funzionano in modo molto semplice. Il cliente entra nel negozio effettuando il riconoscimento tramite lo smartphone. All’interno del punto vendita prende ciò che deve acquistare. Le telecamere attraverso tecnologie di deep learning, computer vision e sensori, riconoscono gli oggetti presi dagli scaffali, che vengono aggiunti automaticamente alla lista della spesa. A quel punto è possibile lasciare il negozio. Il sistema automatico gestisce il pagamento attraverso l’account Amazon del cliente, che non dovrà quindi passare alla cassa per pagare.

Al momento esistono 7 Amazon Go negli USA. Tre si trovano a Seattle, altri tre a Chicago e un altro a San Francisco. Ma l’obiettivo è quello di dare vita ad una catena di negozi presenti nelle principali città statunitensi fino a 3000 entro il 2021.

Ed è proprio in linea con questa strategia di espansione, che gli Amazon Go potrebbero approdare anche in Europa. A rivelarlo sono indiscrezioni pubblicate dal Telegraph, che citano fonti anonime. Secondo queste voci di corridoio, Amazon si starebbe preparando ad aprire un Amazon Go a Londra, nella zona di Oxford Circus. Nello specifico, la società starebbe cercando delle strutture grandi fino a 465 metri quadrati per ospitare i suoi supermercati senza casse.

Lo sbarco in Europa con punti vendita fisici, se confermato, consentirebbe ad Amazon di espandere la propria popolarità ancora di più nel vecchio continente. E in futuro gli Amazon Go potrebbero raggiungere anche altri paesi, tra cui l’Italia.

Riguardo alla scelta del Regno Unito per il primo (presunto) Amazon Go europeo, non c’è da stupirsi. Si tratta di un mercato importante per Amazon dove di recente la multinazionale ha registrato un record di incassi in occasione del Black Friday. Tanto da portare all’assunzione di 20.000 lavoratori stagionali per gestire le vendite in occasione delle festività natalizie.

Share

Commenti

commenti