Alphabet: Loon e Wing diventano due società indipendenti

E’ ormai da qualche anno che i vertici di Google hanno deciso di dare vita ad Alphabet, descritta come la nuova holding a cui fanno capo svariate aziende del colosso di Mountain View, dalla celebre Google fino a Waymo, la divisione interamente dedicata allo sviluppo delle automobili a guida autonoma e non solo, con l’obiettivo di ottimizzare le attività. Trattandosi di una società tecnologica in continua evoluzione, era lecito aspettarsi un ulteriore ampliamento.

E così effettivamente sarà, come confermato dalla stessa Alphabet che ha annunciato una importante novità. La notizia riguarda l’ampliamento delle attività di Alphabet che vedrà l’introduzione di due new entry che da semplici progetti diventeranno delle aziende indipendenti. Stiamo parlando di Loon e Wing.

Fino ad oggi entrambi i progetti rientravano nelle attività di Google X, il laboratorio interno al colosso di Mountain View impegnato nello sviluppo di progetti ambiziosi e innovativi. In questi giorni, tuttavia, la società ha deciso di promuovere entrambi i progetti dando vita a due aziende indipendenti che continueranno svolgere le proprie attività sotto il controllo di Alphabet. Ma quali sono le attività di queste due aziende?

Partiamo da Loon. Nato come Project Loon è il progetto sviluppato da Google ormai diversi anni fa, che prevede l’utilizzo di grandi palloni aerostatici dotati della tecnologia necessaria per portare l’accesso ad internet nelle zone rurali o difficili da raggiungere, prive delle infrastrutture necessarie. Una delle dimostrazioni più note della validità di questa tecnologia risale a quale anno fa, quando Google è stata in grado di portare l’accesso ad internet a Porto Rico in seguito all’uragano Maria. Interessante notare come la decisione di Alphabet arrivi a poche settimane dall’annuncio di Facebook che ha scelto di non realizzare più i droni Aquila.

La seconda azienda che, in maniera indipendente, entrerà a far parte della famiglia Alphabet, si chiama Wing. E riguarda la creazione di droni pensati per la consegna rapida di cibo e medicinali. Fino ad ora la tecnologia è stata testata con successo in Australia, soprattutto nelle zone rurali.

Stando alle informazioni disponibili, Loon e Wing continueranno a lavorare ai propri progetti, ma lo faranno in qualità di aziende indipendenti sotto il controllo di Alphabet ed entrambe saranno guidate da rispettivi leader. Nel caso di Loon il CEO sarà Alastair Westgarth, mentre James Ryan Burgess sarà il CEO di Wing.

Tutto questo nei giorni in cui il Wall Street Journal rilancia indiscrezioni in merito ai guai che il colosso di Mountain View sta affrontando in Europa. In particolare, secondo il quotidiano statunitense, l’Antitrust europeo sarebbe vicino a imporre una nuova sanzione miliardaria a Google (per il presunto abuso di posizione dominante relativo alla piattaforma Android) che potrebbe superare la multa di 2.4 miliardi di euro già  applicata l’anno scorso.

Share

Commenti

commenti