Allarme terrorismo: rubati tre furgoni DHL a Milano

Arriva una comunicazione dal questore di Milano Marcello Cardona in cui lancia l’allarme terrorismo: Tre furgoni, modello Ducato – segnala il questore – sono stati rubati nei giorni tra il 4 e l’6 settembre”. Sono quindi al momento segnalati come furgoni a rischio terrorismo e indicano il logo della DHL, la ditta di spedizioni internazionali. Sarebbe coerente con la linea di azione degli ultimi attentati, svolti con  piccoli camion o van. Si tratta quindi di mezzi “inseriti nella black list, vanno allertati gli equipaggi dipendenti, nell’ambito dell’attività di controllo del territorio, e va segnalata l’eventuale presenza, procedendo all’identificazione del conducente e degli eventuali passeggeri, utilizzando tutti i dispositivi di autotutela”.

La segnalazione rientra comunque tra quelle che giornalmente vengono diramate in tutta Italia quando avvengono furti di mezzi pesanti. Le segnalazioni rispondono a una circolare del ministero che chiede di condividere tutte le informazioni su camion e furgoni da quando questo genere di mezzo è stato utilizzato per commettere attentati in Europa. Maggiori controlli per tutti i furgoni sospetti, con l0’identificazione del conducente.

Questo ultimo furto che coinvolge i mezzi della DHL desta particolare attenzione poiché recentemente sono arrivate alcune informazioni dell’intelligence straniera, riguardo ad un possibile passaggio di individui considerati sospetti.

I risultati ottenuti, attraverso l’impiego di 3.500 poliziotti al giorno, sono stati di 27.043 automezzi sottoposti a verifica, 32.619 persone controllate (di cui 5.634 stranieri e 6.855 con precedenti di polizia). Oltre 9.000 gli automezzi controllati al giorno e circa 10.800 le persone sottoposte a verifiche in ognuna delle giornate.

Share

Commenti

commenti