Alibaba: Singles Day da record con affari per quasi 31 miliardi di dollari

Ogni anno nel mondo si celebrano giornate speciali di sconti che consentono di acquistare prodotti di ogni genere a prezzi molto convenienti. Gli ultimi mesi dell’anno sono generalmente quelli più interessanti, essendo prossime le festività natalizie che spingono milioni di consumatori a fare acquisti in vista dei regali per familiari e amici.

Se il Black Friday dagli Stati Uniti si è ormai esteso al resto del mondo, offrendo tantissime promozioni imperdibili che generano una spinta per notevole per le vendite in mezzo mondo, non sembra essere da meno il cosiddetto Singles Day. Si tratta di una speciale ricorrenza nata in Cina che, arrivata ormai al suo decennale, ha registrato un nuovo e impressionante record. Sulla piattaforma di e-commerce cinese Alibaba, in una sola giornata di sconti è stato registrato un nuovo record con vendite per 30.8 miliardi di dollari.

Il Singles Day è ormai considerata una festività cinese pensata per celebrare l’orgoglio di essere single, in contrapposizione alla più nota festa di San Valentino dedicata agli innamorati. Ma ormai da 10 anni questa occasione si è trasformata anche in un evento commerciale, con vendite record che, solo nel 2017, hanno raggiunto i 25.7 miliardi di dollari in appena 1 giorno.

Quest’anno l’11 novembre non è stato a meno e, come confermato da Alibaba, è stato raggiunto un nuovo record che rende il Giorno dei Single la più importante giornata di vendite al mondo. Quest’anno nell’arco delle 24 ore di sconti sono stati effettuati oltre 1 miliardo di ordini su Alibaba da 230 paesi, per un valore complessivo di 30.8 miliardi di dollari. Una crescita del 27% rispetto al già ottimo risultato del 2017.

Questo dato impressionante dimostra ancora una volta il successo di Alibaba come piattaforma di e-commerce, ma anche l’interesse crescente dei consumatori nei confronti di queste iniziative. Del resto a distanza di 1 minuto dall’avvio delle vendite, sono state registrate attraverso AliPay (sistema di pagamento elettronico collegato ad Alibaba) transazioni per 1 miliardo di dollari. E dopo appena 1 ora la cifra era salita a 10 miliardi di dollari.

Nel decennale del Singles Day di Alibaba, sono stati 180.000 i marchi che hanno partecipato alle promozioni. Non solo brand cinesi ma anche da molti altri paesi. Per l’occasione anche molteplici brand italiani hanno scelto questa vetrina internazionale per far conoscere i propri prodotti, tra cui KIKO, Chicco, Lavazza, Cam, Tradizione Italiana, Tesori d’Oriente, Campari e Mukki.

Rodrigo Cipriani Foresio, Managing Director di Alibaba Group per Italia, Spagna, Portogallo e Grecia e General Manager per l’Europa di Tmall Business Development, ha dichiarato: “Quest’anno ricorre il decimo anniversario dell’11.11 Singles Day e sulla scia della trasformazione tecnologica della nuova Cina, l’evoluzione del festival negli ultimi anni ha ben illustrato lo sviluppo dell’ecosistema digitale di Alibaba ben oltre l’e-commerce. Il primo 11.11 risale al 2009 e i brand partecipanti erano allora appena 27, fino ad arrivare a 180.000 durante questa edizione, tra cui, per la prima volta, anche gli Italiani Chicco, KIKO, Tradizione Italiana, CAM, Mukako, Tesori d’Oriente, Mukki e Campari e tanti altri da settori rappresentativi del made in Italy come fashion, food&beverage, design e cosmetica. Il Singles Day rappresenta per l’Italia e l’Europa un’ulteriore vetrina per offrire i propri prodotti, unici e di qualità ma oltre ai numeri impressionanti registrati, come un GMV di $30.8 miliardi, è anche un laboratorio per costruire il proprio brand e testare applicazioni e strategie di marketing innovative su un audience sofisticato ed esigente come quello cinese. Un importante supporto ai brand del Made in Italy durante questo 11.11 è stato quello fornito da helloITA, l’hub virtuale presentato recentemente sia in Italia che in Cina e primo progetto-paese di questo genere su Alibaba, che raggruppa circa 90 aziende e oltre 100 brand, di cui più del 50% PMI. Siamo particolarmente soddisfatti dei risultati raggiunti ma il nostro lavoro non si ferma con 11.11, e continueremo a lavorare con le aziende italiane durante il resto dell’anno per supportarle nel loro percorso di internazionalizzazione in Cina ”

Share

Commenti

commenti