Addio a tablet e pc in cabina nei voli diretti in USA provenienti da 8 paesi

Nonostante le misure di sicurezza adottate dalle autorità nei principali paesi del mondo, gli ultimi anni sono stati tristemente ricchi di attentati terroristici che hanno causato la morte di centinaia di persone innocenti anche in Europa, rendendo la minaccia terroristica qualcosa di molto più vicino di quanto la maggior parte delle persone si aspettasse, ma è stato già a partire dal 2001, dopo il terribile attacco che ha colpito gli Stati Uniti provocando quasi 3000 morti che la minaccia terroristica ha generato le prime reali conseguenze sulla vita di tutti i giorni.

E’ da allora, infatti, che le misure di sicurezza adottate, ad esempio, negli aereoporti, si sono fatte sempre più rigide con una serie di divieti che oltre ad incrementare i controlli hanno ridotto il numero di oggetti che possono essere trasportati a bordo di un aereo. Ed è proprio al riguardo che, direttamente dagli USA, arrivano nuove misure che vietano il trasporto in cabina di dispositivi elettronici come tablet e laptop nei voli diretti verso gli Stati Uniti provenienti solo da alcuni paesi.

Secondo le informazioni diffuse fino ad ora, il divieto entra in vigore a partire da oggi con le principali compagnie aeree in seguito alla decisione presa dalle autorità statunitensi. Il dipartimento di sicurezza nazionale statunitense non ha rilasciato alcun commento ufficiale sulle motivazioni reali di questo provvedimento, ma intanto alcune compagnie aeree tra cui la Etihad Airways, la Royal Jordanian Airlines e la Saudi Arabian Airlines hanno confermato di aver ricevuto la disposizione dall’amministrazione per la sicurezza dei trasporti.

Entrando nello specifico, il divieto imposto dalle autorità statunitensi impedirà ai passeggeri di voli provenienti da otto paesi (Giordania, Emirati Arabi, Egitto, Arabia Saudita, Kuwait, Qatar, Turchia e Marocco) e riguardano tutti quei dispositivi elettronici come, appunto, tablet e laptop. Questi oggetti non potranno essere trasportati nella cabina dell’aereo, ma dovranno essere trasportati nel deposito bagagli. Nel divieto, invece, non rientrano dispositivi come smartphone e strumenti medici.

Come già sottolineato, le motivazioni di questa scelta non sono state confermate, ma secondo alcune indiscrezioni provenienti da fonti governative degli USA, avrebbero creato preoccupazioni alcune intercettazioni di presunti esponenti di Al Qaeda, e la possibilità che proprio i dispositivi elettronici possano essere usato per nascondere pericolosi ordigni in grado di esplodere prendendo di mira voli commerciali per provocare vittime innocenti.

Il divieto che rimane attivo, al momento, a tempo indeterminato, sarebbe stato imposto alle linee aeree che viaggiano da e per gli otto paesi citati, e che arrivano e partono da New York, Detroit, Chicago e Montreal.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: